Chi non ricorda la personalità esplosiva di Rosetta Lussignoli? Un personaggio che ha caratterizzato il trono over di Uomini e Donne, il programma di Maria De Filippi che ha compiuto 55 anni a dicembre. La nonnina birbante che aveva il ruolo di opinionista, è stata soprattutto fonte d’ispirazione per la conduttrice che grazie a lei ha lanciato il nuovo format, un trono dedicato a persone non più giovanissime. Il modo in cui la De Filippi e la vecchietta bresciana si sono conosciute, è stato molto divertente: è accaduto a C’è posta per te,  quando era stata contattata da Giuseppe Grieco, vedovo, che voleva ritrovare il suo primo amore.

Cosa è ruccesso poi a Rosetta?

Giuseppe Grieco, però, non cercava Rosetta ma sua sorella. Nonostante ciò, il suo essere vivace e simpatica non è passato inosservato. Infatti da allora, Maria De Filippi non l’ha più lasciata, trasformandola in un vero e proprio personaggio televisivo.  Rosetta diventò importantissima per Uomini e Donne, una vera e propria mascotte del programma. La sua morte ha molto colpito tutta la redazione, in primis la conduttrice che nutriva un affetto particolare nei suoi confronti.

ADVERTISEMENT

Rosetta muore nel dicembre del 2015 a 93 anni. Tutti si erano accorti della sua mancanza sul piccolo schermo: a causa dei suoi problemi di salute, si era ritirata dalle scene già molto prima della sua morte. La redazione di Uomini e Donne ha annunciato la dipartita con un post su Facebook dove c’era scritto “Ciao Rosetta”. La De Filippi ha molto sofferto per la morte di Rosetta, in quanto la vedeva quasi come una mamma.