Ultimo aggiornamento venerdì, 12 ottobre 2018 - 17:09

Selvaggia Lucarelli parla del Grande Fratello: “Casi umani”

News
15 maggio 2018 12:48 Di valentina
3'

Il cast di Grande Fratello 2018 è fatto con “casi umani”? Questa la critica che Selvaggia Lucarelli rivolge all’edizione numero 15 del reality show. La giornalista lo scrive, nero su bianco, in un lungo commento su Facebook che analizza i presunti difetti della trasmissione di Canale5. Sui social, infatti, la giurata di Ballando con le stelle parla di “un cast che non rispecchia quello che c’è fuori” la Casa, “ma solo l’idea di chi ha le redini del programma, ovvero un’armata Brancaleone di casi umani“. Il riferimento sembra andare alla maggior parte dei concorrenti di quest’anno: dal “personaggio di Casa Pound“, al “nero gay” che “ha evidentemente problemi nella gestione dell’aggressività“, passando per il “Ken Umano”, “diventato un fenomeno da baraccone da ospitare in TV tra grasse (quelle sì) risate“, anche se “la dismorfofobia non è uno scherzo“. Tutto questo mentre Aida Nizar la “punisci secondo il vecchio meccanismo ‘eh, pure lei però ha provocato, aveva la minigonna“.

In sintesi, Selvaggia Lucarelli sembra giudicare Grande Fratello 2018 una sorta di extended version di altri programmi televisivi. Riguardo al reality attualmente trasmesso da Mediaset, infatti, la giornalista fa sapere che: “L’asticella di trash si è alzata di edizione in edizione fino ad arrivare all’ultima che è nient’altro che il prolungamento dei prodotti pomeridiani e domenicali della conduttrice del GF. Quella che – dice – si rivolge alle donne che stirano. E non ha capito che il pubblico del reality è quello che stira te“. Una riflessione che sembra estesa anche alle presentatrici di altre trasmissioni: “Quelli rimasti indietro a 10 anni fa – sottolinea la Lucarelli in rete – sono proprio gli autori e le conduttrici. Soprattutto queste ultime. Che pensano di poter conservare l’aria candida qualsiasi cosa accada. Non è più così“.

Infine, nel post rilasciato online la Lucarelli commenta anche i dati d’ascolto di Grande Fratello 2018. Queste le parole usate dalla firma de Il Fatto Quotidiano dopo la precedente presa di posizione di Maurizio Costanzo ed il grande successo di share registrato dal programma prodotto da Endemol Shine Italia: “Trovo che rallegrarsi degli ascolti sia l’unica cosa onesta della faccenda. Perché a quello si puntava: a raccattare ascolti col distillato di trash a cui si sta assistendo“. Ascolti che, però, “non sono l’assoluzione. Al limite, sono la colpa“. Così si chiude l’intervento social della penna-Selvaggia.

Fonte: Gossipetv
Loading...
Loading...
LEGGI COMMENTI