Ultimo aggiornamento domenica, 22 aprile 2018 - 18:39

Com’è morto  Gualtiero Marchesi, chef italiano più famoso al mondo

Cronaca
27 dicembre 2017 17:06 Di valentina
2'

Un maestro e innovatore della cucina italiana, portabandiera del nostro paese, certamente la figura più importante nel campo della gastronomia nostrana che ha dato nuova linfa alla cucina e ha formato le generazioni di grandi cuochi che lo hanno succeduto.

Gualtiero Marchesi si è spento all’età di 87 anni a Milano nella sua casa, stroncato da un arresto cardiaco, che lo ha portato via in primis alla sua amata famiglia ma anche da tutti coloro che in questi anni hanno amato la sua passione, il suo talento e la sua gentilezza professionale e umana. Negli ultimi periodi non si era quasi mai più mostrato, era impegnato nella scrittura delle sue migliori ricette, come rivelato dal genero Enrico Dandolo: “L’ultimo libro pubblicato era un libro di sole foto, le foto dei suoi piatti. Ma siccome poi ogni chef ci mette del suo nell’interpretarli, aveva deciso di codificare una volta per tutte le sue creazioni, in modo che in futuro si possano riprodurre esattamente come le aveva pensate lui”.

Gualtiero MarchesiMarchesi è stato il primo cuoco italiano a ricevere tre stelle Michelin ed è stato forse anche l’unico a rifiutarle, ribellandosi contro un riconoscimento che invece di offrire spunti offriva un semplice e sterile punteggio. Tantissimi i messaggi di cordoglio arrivati in questi giorni alla famiglia da parte di istituzioni, ammiratori e professionisti del settore. Solo quest’estate era nata la fondazione che porta il suo nome con cui è riuscito a realizzare il suo sogno, aprire una casa di riposo per cuochi. Un progetto importante che nascerà a Varese.

Loading...
Loading...
LEGGI COMMENTI