Ultimo aggiornamento venerdì, 12 ottobre 2018 - 17:09

Marco Bocci sta male, ricoverato in ospedale, quali sono veramente le sue condizioni?

Cronaca
15 maggio 2018 12:36 Di valentina
3'

Nei giorni scorsi, i fans sono stati in apprensione per le condizioni dell’attore Marco Bocci (amato principalmente per la serie tv ‘Squadra Antimafia’). L’attore è stato ricoverato all’ospedale di Perugia per cercare di capire cosa stesse succedendo in seguito a una febbre molto alta che tendeva a non andare via. Aveva poi dovuto utilizzare Instagram per lanciare un messaggio ai suoi fans e tranquillizzarli rispetto alle sue condizioni di salute. “Per non creare inutili panici”, la didascalia che accompagna il video.

“Ragazzi, tutto ok. Sono qui in ospedale per qualche giorno per fare qualche controllo. Ma va tutto alla grande”, dice Marco Bocci nel video abbracciato con la compagna, l’attrice Laura Chiatti. Lei spiega: “Tornerà presto alla grande”. Qualche giorno dopo il ricovero presso il reparto malattie infettivedel nosocomio umbro, Laura Chiatti ha voluto dedicare una poesia al compagno sul senso della vita e sull’amore che ha suscitato reazioni di commozione da parte dei fan della coppia.

Incessante è intanto il supporto dei fans a Marco Bocci: “Marco, riprenditi alla grande!” e “Buona guarigione” sono i messaggi più frequenti tra i commenti sulla pagina Instagram dell’attore umbro. Grande anche il sostegno a Laura Chiatti, che gli è stata vicina in un momento difficile: “Laura sei una donna dolcissima e meravigliosa”. Soprattutto in questi giorni c’è stata però apprensione per l’attore e le sue condizioni di salute.

Stando a quanto si apprende dalle cronache locali, nei giorni scorsi ci sono stati due ricoveri nell’ospedale di Perugia per sospetta meningite. Oltre a Marco Bocci, per le stesse ragioni è stato ricoverato un 17enne svedese: nel suo caso i medici hanno diagnosticato una meningite virale. Il ragazzo viene tenuto sotto controllo e non è in pericolo di vita. Sempre stando a quando si apprende, Marco Bocci avrebbe invece una meningoencefalite da herpes, come confermato in via ufficiosa da fonti ospedaliere. Nessuna confermaufficiale arriva però dal diretto interessato. Si tratta di un’infezione cerebrale dovuta al virus herpes simplex tipo 1. Colpisce soprattutto bambini sotto i tre anni e adulti oltre i 50 anni, ma tendenzialmente può colpire a tutte le età. La patologia è piuttosto rara, colpendo circa una persona ogni mezzo milione in tutto il mondo. Si presenta con febbre a 40°C, cefalee, problemi comportamentali, di linguaggio e di memoria, può avere decorsi più preoccupanti e se non presa in tempi brevi può avere un tasso di mortalità del 20% e postumi gravi per i pazienti sopravvissuti.

Fonte: Viagginews

Loading...
Loading...
LEGGI COMMENTI