Ultimo aggiornamento sabato, 18 agosto 2018 - 19:56

L’attrice Allison Mack è stata arrestata per traffico di schiave sessuali

Cronaca
23 aprile 2018 12:30 Di valentina
3'

L’attrice Allison Mack è stata arrestata il 21 aprile ed è in custodia in carcere. Il giudice Cheryl Pollak ha rifiutato la scarcerazione su cauzione fino al dibattimento del 23 aprile 2018 presso la Corte Federale di Brooklin.

L’attrice 35enne è accusata di gestire un vero e proprio traffico di schiave sessuali all’interno di un’organizzazione nota come Nxivm. Secondo le indagini, Allison avrebbe reclutato giovani attrici con la scusa di farle entrare in questo gruppo “di aiuto”. Nxivm sarebbe, infatti, un’associazione dedita al sostegno di donne in difficoltà tramite seminari e corsi, ma in realtà si tratta di una vera e propria setta.

Nxivm è guidata dal 57enne Keith Raniere, arrestato in marzo in Messico e estradato negli Stati Uniti. Sembra che la Mack circuisse le giovani donne e le costringesse a diete ferree per soddisfare proprio i gusti estetici di Raniere. Le ragazze venivano indotte ad appagare le voglie sessuali del santone e a partecipare a riti di iniziazione durante i quali venivano tatuate con le iniziali del santone e della stessa Mack sul pube. Secondo il dossier di inchiesta, alcune sono state rinchiuse in vere e proprie gabbie e costrette a diete di appena 500 calorie al giorno, contro le 2000 raccomandate per una donna.

Tutte partecipavano, inoltre, a seminari da migliaia di dollari, finendo per indebitarsi. La soluzione per pagare era ovviamente lavorare per Nxivm. Le indagini avrebbero dimostrato come la setta fosse organizzata secondo uno schema piramidale. I partecipanti cioè venivano tutti invitati a reclutare nuovi adepti per salire nella piramide di comando. In particolare, l’attrice faceva parte di un gruppo nel gruppo denominato DOS, acronimo latino che sta a significare Signori delle donne schiave.

In cima alla piramide del DOS c’era Raniere e subito sotto Allison, cheavrebbe ricevuto benefici finanziari e non solo dalla sua attività di reclutatrice. Per entrare a far parte del DOS le adepte dovevano svelare dei segreti compromettenti come atto di fiducia. Purtroppo, quegli stessi segreti finivano per diventare un’arma di ricatto in mano a Raniere e alle sue reclutatrici.

Allison, nota sopratutto per il ruolo di Chloe Sullivan nella serie TV Smalville, rischia ora 15 anni di carcere. Lei si professa innocente e rigetta le accuse, ma sono diverse le testimonianze che la inchiodano come quella dell’attrice Samia Shoaib, che ha raccontato di un tentativo di reclutamento. Qui sotto, potete vedere un video di propaganda dell’organizzazione con i due protagonisti di questa triste vicenda.

Fonte: Mondofox

Loading...
Loading...
LEGGI COMMENTI