Ultimo aggiornamento domenica, 27 maggio 2018 - 18:10

Canone Rai 2018: come chiedere esenzione e chi ne ha diritto?

Curiosità
20 febbraio 2018 16:35 Di lazzaro
2'

Una delle tasse più discusse e odiate dagli italiani è il canone Rai. La tassa per il servizio pubblico è considerata davvero assurdo visto il grandissimo numero di pubblicità presenti nei programmi delle reti pubbliche. Quali sono le grandi differenze rispetto alla televisione commerciale che si basa proprio sulle pubblicità? Dal 2017 il canone Rai viene addebitato automaticamente con la bolletta della luce: ora però ci sono delle novità.

Chi può chiedere l’esenzione dal Canone Rai?

Per il 2018 ci sono infatti delle modifiche per quanto riguarda il pagamento del canone Rai, infatti sono previste delle esenzioni aggiuntive che vanno ad aggiungersi a quelle finora già previste dalla legge, che esonerava dal pagamento del canone chi dimostra di non avere la tv in casa e chi, pur avendo più case, dimostra di possedere la tv solo in una di queste. Inoltre erano esonerati dal pagamento anche i dipendenti di ambasciate e corpi diplomatici e i militari stranieri.

Tra le categorie esonerate ci sono quelle in cui ci sono i cittadini ultra settantacinquennni con reddito inferiore a 6.713 euro. Ma la novità sta nella modifica del reddito minimo per chidere l’esenzione aumentato a 8.000 euro. Il piccolo aiuto viene incontro alle esigenze della popolazione più anziana: diventano così esenti dal pagamento del canone altri 232.500 nuclei familiari che si aggiungano alle 115.000 famiglie che già non pagavano il tributo.

Per richiedere l’esenzione dal canone Rai bisogna inviare una domanda, in forma telematica o cartacea. Qui tutte le informazioni e le modalità.

Loading...
Loading...
LEGGI COMMENTI